Il fiore più amato, più regalato e più profumato.

E tu quanto conosci la rosa?

La rosa è il fiore dell’amore, simbolo di perfezione e bellezza… Ma non solo!

Si tratta di una varietà botanica piena di storia e curiosità da cui lasciarsi affascinare. Passeggiando tra i giardini di Maggio si può notare come le rose, che fioriscono a partire da questo periodo, siano le autentiche regine della natura. Osservando la grazia dei boccioli e le forme piene dei fiori si comprendono tutte le sottili analogie che la tradizione simbolica ha attribuito a questo fiore, dall’energia pura ed avvincente.

Maggio è il mese della rosa e assieme a Lara Amantia, la nostra naturopata di fiducia, siamo andati alla sua scoperta presso la Cooperativa di Fontenuova, a pochi kilometri dalla nostra scuola, dove abbiamo prima raccolto la Rosa Damascena, poi assistito al processo di distillazione dell’olio essenziale.

La Rosa Damascena , detta anche Rosa Bulgara, è una varietà molto antica, che fioriva già a Paestum e a Pompei, ed è ancora oggi usata come base per essenze profumate. Ha un odore molto delicato ma inconfondibile, composto da più di 400 sostanze aromatiche differenti, che le conferiscono anche straordinarie proprietà.

Con Lara, dopo avere raccolto le rose (rigorosamente a mano per mantenere al meglio le proprietà del fiore), abbiamo seguito il processo di distillazione in corrente di vapore.

Si tratta del metodo più utilizzato, che avviene in 3 fasi: vaporizzazione, raffreddamento, separazione. Le piante vengono disposte a strati sulla grata dell’alambicco ed esposte al vapore acqueo. Questo scioglie gli Oli Essenziali presenti nella pianta e li trasporta in alto. Quando il vapore passa dalla serpentina, si raffredda e ritorna a essere acqua mescolata ad Oli Essenziali. Questi ultimi sono più pesanti dell’acqua, quindi formano uno strato, che può essere facilmente separato dall’acqua di deposito, che si chiamerà Idrolato. L’Idrolato è acqua mescolata a tracce di Olio Essenziale, che diventa un ottimo tonico per il viso, una base per crema o che può anche essere adatto per uso interno.

Una rosa ti fa bella.

Le sue proprietà sono davvero infinite, ci racconta Lara: “ la rosa è un validissimo aiuto per mantenere la pelle giovane e lenire le infiammazioni cutanee. Idratante, protettiva, emolliente, cicatrizzante e sebo-regolatorice. È un ottimo aiuto nella menopausa e nella sindrome premestruale. Utile per disturbi circolatori e cardiaci come palpitazioni e tachicardie. Durante la distillazione, si ottiene l’Idrolato, cioè l’acqua distillata di Rosa, ottimo per bruciore degli occhi, borse, occhiaie, occhi stanchi e infiammati, per pelle irritata e per l’igiene intima. Amico del cuore, lo mantiene aperto all’amore, dà senso di sicurezza e armonia spirituale, riduce la rabbia e rafforza il fegato, apre a compassione, fiducia e conforto. Lenisce e cura le ferite del cuore, anche quelle antiche e profonde, irrisolte; scioglie i nodi della malinconia e aiuta a perdonare. Equilibra gli eccessi, libera dal dolore e dal senso di colpa, rimuove i traumi, i rancori e gli asti, dirigendo la coscienza verso il cuore. Regina della sensualità, la Rosa ha un carattere sacro e sensuale che crea parte del saper amare. Simbolo dell’amore e degli innamorati, aiuta ad accettare il proprio potere sessuale per chi crede di non averlo. Rafforza la purezza e la passione. In gravidanza aiuta a connettere il nascituro con la mamma”.

Se ne usa ogni parte: i petali, l’olio essenziale, persino l’acqua non si butta! Più preziosa – e utile – di così non si può!

Tanti infine i proverbi e i modi di dire che si riferiscono al più amato dei fiori:

Se son rose fioriranno”

Non c’è rosa senza spine”

Anche fra le spine nascono le rose”

Non fu mai sì vaga rosa, che non diventasse un grattaculo”

(proverbio toscano)

Non c’è niente da fare, la rosa è e resta il più amato e celebrato dei fiori.

***

Questa attività svolta con Lara “Dalla Pianta all’Olio Essenziale”, fa parte del pacchetto “Naturalmente”, una serie di attività dedicate al mondo della Natura, abbinabile ad uno dei Corsi di Lingua e Cultura Italiana. Vi aspettiamo per la raccolta della Lavanda!

***

Salva